Sanità, Duemila Nuove Assunzioni in Campania: i Dettagli

Nuove assunzioni in Campania in ambito sanitario. Ad annunciarlo è stato lo stesso presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ha confermato il reclutamento a breve di circa 2mila unità all’interno delle strutture sanitarie regionali.

Assunzioni Campania, si parte dall’Ospedale del Mare

«Sono in corso le selezioni per aprire nuove strutture della sanità in Campania a partire dall’Ospedale del Mare – così De Luca nel suo spazio settimanale su Lira Tv – e in tutto abbiamo avuto la possibilità di fare oltre 2mila nuove assunzioni».

Ospedale del Mare che, lo ricordiamo, è stato inaugurato lo scorso 14 dicembre nel quartiere di Ponticelli (Napoli est).

De Luca ha quindi ricordato che la gestione commissariale della sanità campana ha portato al licenziamento di 12mila dipendenti negli ultimi cinque anni.

Una situazione che ha obbligato la Regione Campania a utilizzare ore di straordinario in maniera abnorme, sia in autoconvenzionamento – con dipendenti autorizzati a fare uno straordinario prolungato – sia assumendo personale con contratti atipici, tra co-co-co e agenzie interinali.

«Tutto lo straordinario – ha detto De Luca – ci è costato 120 milioni di euro, che potevamo usare per assumere giovani medici creando lavoro, ringiovanendo la sanità e portando nuove competenze».

Napoli, firmato protocollo per infermieri precari e nuove assunzioni

Intanto nella giornata di oggi è stato firmato un protocollo d’intesa per stabilizzare gli infermieri precari e assumerne di nuovi attraverso procedure di mobilità. Si tratta di un accordo raggiunto tra l’Ipasvi di Napoli e l’azienda ospedaliera universitaria Federico II.

Tra i punti salienti del protocollo vi è l’istituzione del servizio infermieristico al fine del rinnovamento dei modelli organizzativi in strutture sanitarie semplici e complesse.

Non solo. Nell’accordo si parla anche di stabilizzazione degli infermieri e degli infermieri pediatrici e di potenziamento dell’organico con procedure di mobilità extraregionali e regionali, che saranno attuate attingendo anche a graduatorie già esistenti.

Leggi Anche