Rottamazione Cartelle Equitalia: il Servizio «Se Mi Scordo»

Nuovo capitolo della rottamazione cartelle Equitalia.

Per venire incontro ai contribuenti, Equitalia ha esteso il servizio di alert Se Mi Scordo anche a chi ha aderito alla definizione agevolata.

Nel frattempo, sono aperte le assunzioni Equitalia per avvocati.

Rottamazione cartelle Equitalia: avvisi tramite mail o SMS

Il servizio Se Mi Scordo Equitalia avvisa tramite mail o SMS su cartelle, pagamenti e scadenze.

E’ rivolto a chi ha un piano di rateizzazione attivo o è interessato a ricevere un promemoria in caso di affidamento ad Equitalia di un nuovo carico da riscuotere.

Il contribuente viene avvisato:

  • se ha aderito alla definizione agevolata e vuole essere avvisato prima della scadenza di ciascuna rata;
  • prima che arrivi una cartella e se ad Equitalia è stata affidata la riscossione di una somma a proprio carico;
  • se ha un piano di rateizzazione attivo e non ha pagato la metà del numero massimo delle rate previste per la decadenza;
  • se ha un piano di rateizzazione attivo e manca una sola rata da pagare per decadere.

Se Mi Scordo può essere richiesto direttamente in uno degli sportelli Equitalia, oppure entrando nell’area riservata.

E’ sufficiente inserire il numero di cellulare o l’e-mail su cui si desidera ricevere i messaggi.

Selezioni Equitalia: si cercano avvocati

Nel frattempo, Equitalia cerca avvocati per la costituzione dell’elenco apposito da cui selezionare i professionisti a cui affidare gli incarichi di rappresentanza e difesa in giudizio.

Tuttavia le selezioni Equitalia hanno scatenato sin da subito una serie di polemiche.

In particolare, non convincono i requisiti dell’avviso pubblico inserito sul sito internet da Equitalia.

La maggiore disapprovazione riguarda il requisito reddituale minimo richiesto.

In pratica il legale, negli ultimi tre anni solari, deve aver avuto un volume d’affari per complessivi 100mila euro al netto di Iva e Cassa avvocati, con almeno 50mila euro e 50 incarichi riguardanti cause tributarie.

Tra gli altri requisiti richiesti per le selezioni Equitalia figurano:

  • iscrizione all’albo degli avvocati da almeno cinque anni;
  • non aver avuto  procedimenti disciplinare dinanzi al Consiglio Distrettuale di Disciplina forense, all’esito del quale sia stata irrogata la sospensione dall’esercizio della professione;
  • essere in regola con i crediti formativi da maturare nel triennio;
  • essere in possesso di una polizza assicurativa a copertura dei rischi derivanti dall’attività professionale;

Le domande d’iscrizione all’Elenco Equitalia devono essere presentate esclusivamente tramite procedura telematica entro le ore 12 del 27 giugno 2017.

Leggi Anche