Online il Nuovo Sito INPS: Tutte le Novità

Modernità, semplicità, intelligenza. Tre parole che caratterizzano il nuovo sito INPS, finalmente online dopo un lungo lavoro di preparazione.

Un sito che mette al centro l’utente e rende più semplice la navigazione e la richiesta di servizi, come ha spiegato il presidente INPS Tito Boeri.

«Si punta sempre di più’ – ha detto Boeri – a raccogliere le domande per le prestazioni per via telematica, un sistema che consente la tracciabilità, la trasparenza e l’uniformità’».

Vediamo quali sono le principali novità del nuovo sito dell’INPS.

Nuovo Sito INPS: navigazione immediata e intuitiva

La prima novità tecnica è che il nuovo sito INPS è responsive, cioè si adatta facilmente ai diversi dispositivi (smartphone, pc e tablet).

L’home page è completamente rinnovata, la navigazione e l’interazione sono più potenti, immediate e intuitive.

Il nuovo sito è pensato anche per gli utenti meno esperti, che magari non avevano mai navigato prima d’ora tra i servizi online INPS.

Sulla fascia destra del sito è possibile impostare la navigazione per le varie categorie di utenza:

  • Famiglia;
  • Pensionati;
  • Disoccupati, inoccupati e lavoratori sospesi;
  • Persone con disabilita e invalidità;
  • Lavoratori;
  • Lavoratori migranti;

Ci sono anche le figure professionali, vale a dire:

  • Aziende, enti e datori di lavoro;
  • Enti erogatori di prestazioni previdenziali, consolati e altre autorità locali;
  • Banche e istituti di credito;
  • Intermediari e consulenti;
  • Medici e ASL;

INPS servizi online: cos’è MyINPS

C’è poi MyINPS, un’area personalizzata e personalizzabile che offre ulteriori strumenti per arricchire la propria esperienza d’uso.

Su MyINPS si possono salvare i contenuti che interessano maggiormente, oppure impostare scadenze e avvisi.

Per accedere a MyINPS occorre però la registrazione con il codice PIN dell’istituto, SPID o Carta nazionale dei servizi.

Quello dell’INPS è uno dei siti più importanti per quanto riguarda pensioni, lavoro e non solo.

Comprensibile quindi che, nei primi istanti del suo debutto, l’afflusso elevato di utenti abbia reso difficile l’accesso.

Un problema che sarà stato certamente superato dopo qualche ora di navigazione.

 

 

Leggi Anche