Nuovo Modello Canone Rai, Cosa Cambia

E’ finalmente disponibile il nuovo modello per la dichiarazione sostitutiva per il canone Rai. Lo ha pubblicato l’Agenzia delle Entrate sul proprio sito ufficiale.

In sostanza, a cambiare sono le regole per la dichiarazione di non possesso della tv, oltre che alcune procedure per comunicare l’addebito del canone Rai sulla bolletta intestata a un familiare.

Vediamo nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere sul nuovo modello canone Rai.

Nuovo modello canone Rai, le novità

Le prime novità riguardano l’esenzione dal pagamento del canone Rai per chi non possiede la televisione.

A cambiare è il quadro B del modello, che si deve compilare per evitare doppi pagamenti quando ci sono più utenze nella stessa famiglia.

Il quadro B serve a comunicare che il canone Rai è già addebitato sull’utenza elettrica intestata a un altro soggetto presente nello stesso stato di famiglia e non deve essere incluso nelle altre bollette.

In proposito, è stata inserita la sezione che permette di indicare la data nella quale scattano le condizioni che fanno venir meno il vecchio addebito.

Devono utilizzare la sezione anche gli eredi in presenza di bollette a nome del defunto. In questo caso la data da indicare è quella del decesso.

Nel nuovo modello canone Rai è stato inserito un nuovo quadro, il quadro C.

Il quadro C va utilizzato nel caso di acquisto di un televisore successivamente alla presentazione di una dichiarazione di non detenzione.

Rimborso canone Rai, come si ottiene

Si ha diritto al rimborso nei casi in cui il canone Rai non dovuto rispetto alle condizioni dichiarate è stato addebitato.

Per il rimborso è necessario presentare la richiesta tramite il modello standard predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

Per il rimborso non c’è scadenza e, dopo la verifica dell’Agenzia delle Entrate, l’importo non dovuto viene riaccreditato in automatico sulla bolletta.

Leggi Anche