Beni Rifugio: Meglio Oro o Diamanti? Dove Investire Oggi

Il 2016 è stato l’anno dei beni rifugio. Lo hanno detto i maggiori esperti di economia e finanza e lo hanno confermato i mercati: la Brexit in Gran Bretagna, l’elezione di Donald Trump negli Stati Uniti e altri fattori esogeni – ad esempio il terrorismo – hanno contribuito a creare incertezza fra gli investitori privilegiando, appunto, i cosiddetti beni rifugio, cioè quei beni il cui valore non viene intaccato né dal mercato né da altri fattori e per questo sono considerati “sicuri”.

Tra i beni rifugio più comuni troviamo oro e diamanti. Ma conviene investire in oro e diamanti? Vediamo le ultime news su dove investire nel 2017. Prima di iniziare però, ricordiamo che è quasi sempre sbagliato ricorrere al fai-da-te ed è meglio rivolgersi a società sicure come Moneyfarm, un’ottima base di partenza per iniziare ad investire.

Investire in oro: perchè conviene

L’oro è il metallo prezioso per eccellenza e la sua quotazione, stabilita in modo ufficiale con validità internazionale, non è fissa dal punto di vista temporale ma è soggetta a fluttuazioni continue, proprio come la Borsa. Per questo motivo, chi decide di investire in oro deve prima controllare le quotazioni e per farlo è sufficiente collegarsi a un sito web attendibile ed aggiornato.

Tuttavia l’oro è meno fluttuante rispetto alla Borsa e quasi mai si sono verificati dei veri e propri crolli. Non solo. Come detto in precedenza, l’oro è privilegiato nelle situazioni in cui è prevista forte instabilità e nell’ultimo anno se ne sono verificate parecchie. E il 2017? Di certo le elezioni presidenziali in due Stati-chiave dell’Eurozona come Francia e Germania potrebbero portare a una nuova “corsa all’oro”.

Per quanto riguarda invece le politiche di Donald Trump, i primi forti scossoni sono stati a poco a poco assorbiti da una successiva stabilità finanziaria, che ha rallentato l’eccessiva corsa all’oro verificatasi a partire dal novembre 2016 con l’aumento spropositato del prezzo del metallo prezioso.

Investire in diamanti: perchè conviene

Anche i diamanti sono un bene rifugio ma, a differenza dell’oro, non hanno un prezzo di riferimento mondiale. Questo dettaglio, se da un lato li rende meno attraenti come scelta d’investimento, dall’altro li mette al riparo da eventuali fluttuazioni.

Investire in diamanti è consigliato agli investitori cauti, pazienti, che puntano a un rendimento costante di lungo termine, ad esempio cinque anni. Le pietre preziose sono infatti un bene in grado di rivalutarsi nel tempo e che può essere facilmente tramandato di generazione in generazione, forte di un valore che non tradirà le aspettative.

 

Leggi Anche