Bonus Badanti 2017: Requisiti e Come Richiederlo

E’ di nuovo tempo di parlare di bonus e richieste.

Quelle per il bonus mamma domani – o bonus bebè – saranno disponibili tra un mese circa.

La piattaforma per il bonus mamma domani da 800 euro sarà infatti pronta entro metà maggio.

I dettagli del bonus mamma domani (qui i requisiti) sono contenuti nella circolare INPS n. 39 del 27 febbraio.

Oggi parliamo invece del bonus badanti 2017.

Il bonus badanti è un contribuito che possono ricevere le famiglie milanesi in difficoltà economica e con bambini o anziani da accudire.

Lo ha stabilito la Giunta di Milano, che ha approvato la procedura e i criteri per accedere alle misure di sostegno economico per le famiglie del capoluogo lombardo.

La gestione del servizio sarà affidata con gara pubblica per il triennio 2017-2019, con possibile proroga fino al 2020.

Bonus badanti: come funziona

Il reddito di maternità – il contributo per le famiglie nelle quali è appena nato un bambino – sarà di 150 euro mensili per 12 mesi.

In pratica, sarà un importo di 1500 euro a famiglia erogato una tantum.

Verrà elargito attraverso una carta elettronica da utilizzare per acquistare pannolini, creme, salviette, detergenti e tutto il necessario per le cure del bebè.

Ma servirà anche per pagare servizi come la tata o la baby-sitter.

Tutte le informazioni in merito saranno reperibili nel portale www.wemi.milano.it, il sito del Comune di Milano rivolto all’assistenza domiciliare.

Bonus badanti: requisiti

Possono richiedere il bonus badanti tutte le neo-mamme residenti a Milano con un ISEE familiare fino a 17mila euro.
Il Comune darà in ogni caso priorità ai nuclei familiari con donne disoccupate e/o precarie, ovvero prive di tutele).

Il reddito di maternità sarà cumulabile ad altre misure di sostegno al reddito, come ad esempio l’assegno INPS di maternità.

Nel caso di gemelli il reddito sarà assegnato per ciascun bambino.

La domanda del bonus badanti 2017 può essere inoltrata anche in modalità telematica.

Leggi Anche