Addio Monete 1-2 Centesimi: Arriva l’Ok Definitivo

Addio monetine 1-2 centesimi a partire dal 2018.

La Commissione Bilancio della Camera ha dato l’ok all’emendamento che sospende il conio delle monetine da 1 e 2 centesimi.

Sospensione che sarà attiva a partire dal 1° gennaio 2018.

Tuttavia il provvedimento del governo non è stato esente da critiche. Vediamo perché.

Addio monete 1-2 centesimi: ecco quanto si risparmia

Dopo la decisione della Camera, l’Italia avrà un mese di tempo per comunicare la nuova misura alla Bce.

A monitorare l’impatto della norma sarà il Garante dei prezzi.

Il garante dovrà riferire su base semestrale al Mef le eventuali anomalie, che saranno poi segnalate all’Antitrust.

In base all’emendamento, il risparmio derivante dallo stop sarà destinato al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.

Ma quanto risparmierà lo Stato italiano dall’addio alle monete da 1 e 2 centesimi?

Secondo le prime stime il risparmio sarà intorno ai 20 milioni di euro annui.

In base ai calcoli, per fare un centesimo si spendono infatti 4,5 centesimi di euro e per fare la monetina da due centesimi 5,2.

Critica FI: «Rischio ricadute sui consumatori»

L’abolizione delle monete da 1-2 centesimi ha però attirato le critiche da parte delle opposizioni.

Contrario il deputato di Forza Italia Alberto Giorgetti.
«Non comprendiamo le ragioni che hanno portato ad approvare questa sospensione», ha affermato.

Secondo Forza Italia, il provvedimento non rappresentava un’urgenza per il Paese.

«Non si può sottovalutare il rischio di ricadute sui consumatori finali – continua Giorgetti – vittime di facili arrotondamenti al rialzo».

Addirittura, potrebbe trattarsi di un provvedimento che mira a «favorire determinati soggetti».

E i consumatori cosa pensano dell’abolizione monete 1-2 cent?

Ecco il commento dell’ADUC, L’Associazione per i diritti degli utenti e consumatori.

«Tutti sbuffano – dice Vincenzo Donvito – quando ha un resto o un pagamento con monetine da 1 e 2 centesimi».

E ancora: «Molti arrotondano per difetto o per eccesso. Una quotidianità che ha pochi effetti sulla vita di ognuno nell’immediato, ma non nel lungo periodo».

Leggi Anche